Skip to content

Bevande energetiche: lentamente ma inesorabilmente in Spagna

Conosci la differenza tra a bevanda energetica e una bevanda isotonica? Ebbene, in questo articolo cercheremo di chiarire questa domanda così comune tra consumatori e albergatori; soprattutto vista la crescita dei consumi e aziende di bevande energetiche.

C’è anche il concetto di bevanda sportiva, e anche se Bevande energetiche possono essere utilizzati dagli atleti, non possono essere considerati tali.

Cosa sono le bevande energetiche?

Il Bevande energetiche Si tratta in genere di bevande analcoliche, gassate, che sono fondamentalmente composte da caffeina, vitamine, minerali e zuccheri, questi ultimi caratterizzati da velocità di assorbimento differenti.

La funzione principale di una bevanda energetica è quella di stimolare, motivo per cui aiutano le persone quando sono molto stanche. La caffeina e le altre vitamine contenute svolgono il loro ruolo nell’eliminare o almeno ridurre la sensazione di spossatezza.

Il corpo umano utilizza i neurotrasmettitori per indicare alla persona che è stanca, i componenti delle bevande energetiche inibiscono questi neurotrasmettitori. Inoltre, il glucosio fornisce energia.

Il chiamato anche Bevanda energetica Non sono raccomandati per donne in gravidanza o in allattamento, bambini o persone eccessivamente suscettibili agli effetti della caffeina.

Quando sono comparse le bevande energetiche?

Questo tipo di bevanda ha origine con la creazione di RedBull, fino ad oggi la bevanda energetica leader nel mercato mondiale. Il suo creatore Dietrich Mateschitz, dall’Austria, e dopo diversi studi medici e scientifici ha sviluppato la bevanda nel 1987.

Attualmente si stima che circa 3.000 milioni di Bevande energetiche, che è senza dubbio un segno dell’enorme crescita di questo prodotto.

Parlando di marketing, le aziende di bevande energetiche si rivolgono piuttosto a un mercato target giovane. Secondo gli studi di mercato effettuati dal principale aziende fornitrici di bevande energetiche gli adolescenti maschi sui 20 anni sono i loro consumatori più affezionati, senza trascurare il settore sportivo che utilizza queste bevande anche come iniezioni di energia.

Il mercato delle bevande energetiche in Spagna

All’inizio degli anni 2000, la crescita del mercato è stata a passi da gigante. La Spagna è uno dei maggiori consumatori della Comunità Economica Europea, ma nonostante ciò il contributo all’economia nazionale è ancora una percentuale molto piccola rispetto ad altre bibite.

Il fornitori di bevande energetiche Attualmente stanno dedicando i loro sforzi di marketing ai cosiddetti “colpi energetici”, che sono una versione più concentrata delle bevande energetiche e hanno avuto molto successo in altri paesi.