Skip to content

Burro, uno dei grassi con più potenzialità

Il grassi, se parliamo di oli, grasso, burro o margarina, conferiscono sapore e consistenza diversi ai diversi piatti in cui possono essere utilizzati.

In questo articolo ci occuperemo del Burro, un alleato in cucina di cui molti ancora non sfruttano.

Cos’è il burro?

Il Burro corrisponde al Grasso di latte, quindi, si parla di a Grasso animale. La sua consistenza si ottiene emulsionando Grasso e acqua. Una volta pastorizzato il latte, si ottiene la panna che viene poi montata energicamente per ottenere il Burro.

Il Burro È di origine animale mentre la margarina è di origine vegetale, quindi non fatevi vendere una lepre, non solo il prezzo è diverso, ma anche il gusto e il suo impatto sul gusto del cibo.

Usi del burro

Il Burro Ha molti usi ma i più frequenti sono:

  • Negozio di torte
  • salse
  • Per aggiungere cremosità nelle zuppe di verdure
  • Per cuocere la pasta senza che si incrosta
  • Stendere il pane
  • Sofrito base
  • Per evitare che il cibo si attacchi alle padelle o direttamente da friggere o saltare in padella.

Presentazioni disponibili per l’ospitalità

Quando vai a comprare il Burro Oltre a cercare un buon fornitore che garantisca che il prodotto sia realizzato seguendo severi controlli di qualità, dovresti scegliere la forma di presentazione più adatta alle tue esigenze e al tuo budget.

Se la Burro È ad uso dei vostri clienti che avrete bisogno di monodosi ottenibili sia con incarto singolo che senza ma in monoporzioni.

Il vantaggio di scegliere il Burro con il confezionamento individuale è che il cliente è sicuro che nessuno sia entrato in contatto diretto con il prodotto prima di lui, tuttavia, sempre più bar e ristoranti scelgono di utilizzare le porzioni da scartare per motivi ecologici. C’è anche un motivo di costo, ma l’importo stimato di Burro che dovresti portare fuori al buffet ogni mattina per non sprecare porzioni.

Ora per l’uso in cucina, puoi ottenere Burro in vaschette, ceppi o piatti di diverso peso e la cui scelta è direttamente correlata all’uso che fate del prodotto nei vostri piatti.

Ricorda che sebbene il burro possa essere fuori dal frigorifero, non è consigliabile lasciarlo a lungo perché può irrancidire, e in frigorifero è consigliabile che sia un po’ isolato poiché assorbe gli odori di altri prodotti .

Suggerimenti per conservare il burro

  • E’ possibile avere il Burro a temperatura ambiente in quanto è molto resistente alla contaminazione burro-2batterico. Adesso cercate di tenere fuori dal frigorifero solo ciò che andrete a consumare durante la giornata perché con il caldo il sapore del burro tende ad irrancidire.
  • Fai attenzione a dove riponi il Burro perché assorbe gli odori che lo circondano.
  • Non avvolgere blocchi di Burro in un foglio di alluminio poiché il contatto di questo grasso con il metallo ne provoca l’immediata arrugginimento.
  • Se la Burro è stato esposto alla luce per lungo tempo, il suo sapore sarà alterato. Se noti cambiamenti di colore quando apri una pillola o un blocco di burro, con aree traslucide o un giallo diverso, probabilmente è rancido.
  • In frigorifero si può conservare fino a 10 mesi ma sappi che più passa, più alterazioni può subire il sapore del burro e quindi l’effetto che ha sulla tua cucina.

Ora che sai che Burro È utile più che nella preparazione di sfiziosi toast a salse in cui può essere esaltato con il sapore delle erbe aromatiche, così come nella preparazione di piatti sia dolci che salati, sicuramente troverete più motivi per cercare del buon burro in il tuo bar, le migliori aziende fornitrici di burro sapranno consigliarti.