Skip to content

È un buon affare aprire un bar oggi?

Se ci stai pensando allestire un barProbabilmente una delle domande che ti poni è se sia o meno un buon affare.

È un dato di fatto che la crisi ha colpito in modo significativo il settore dell’ospitalità, i consumi sono diminuiti, è più difficile ottenere finanziamenti, servizi come l’elettricità hanno aumentato notevolmente le tariffe, e in generale tutto sembra indicare che il settore dell’ospitalità è in fermento strada difficile sopra.

Tuttavia, vediamo anche che ogni giorno continuano ad emergere bar e ristoranti, alcuni con maggiore successo di altri, e allora la domanda è da cosa dipende?

Che tipo di attività vuoi?

Solitamente quando qualcuno decide di avviare un’attività di questo tipo ha già un’idea preconcetta di ciò che vuole:

  • un bar
  • Un caffè
  • un cocktail bar
  • un ristorante
  • un bar di tapas, ecc.

Questa decisione influirà sulla scelta dei locali, dei fornitori, del menu, del personale, ecc.

Anche se per decenni in Spagna il pub Erano un posto dove si poteva trovare di tutto, da un caffè o una birra a tapas e cibo à la carte. Erano abbastanza versatili, ma il mercato sembra mostrare una chiara tendenza alla specializzazione e dovresti tenerne conto.

Ad oggi, cocktail bar, fast food e ristoranti con un approccio alimentare “sano” stanno riscuotendo molto successo.

Un’attività di ospitalità comporta da un lato margini di profitto piuttosto elevati come il bevande alcoliche e il bevande analcoliche, ma molto basso negli altri.

Inoltre, è necessario fare delle proiezioni il più realistiche possibile, poiché l’apertura di un bar o attività simile richiede una serie di spese fisse mensili, che devi coprire, indipendentemente dalla presenza di clientela o meno. Tra questi, personale, elettricità, locali, ecc.

Come convincere le persone a venire al tuo bar?

Ci sono diversi aspetti in cui devi lavorare per raggiungere la clientela:

  • Differenziazione, che si ottiene attraverso la specializzazione
  • Prodotto di qualità e da qui la necessità di selezionare i migliori fornitori
  • Buon servizio
  • Buona promozione

E come iniziare?

Se hai le idee chiare sull’attività che vuoi avviare, ti consigliamo di:

  • Recati in municipio per richiedere informazioni sui permessi necessari aprire un bar. Nella maggior parte delle comunità ci sono uffici dedicati alla consulenza agli imprenditori, quindi potresti usufruire dei loro servizi.
  • Effettua uno studio di mercato in base al tipo di attività che desideri avviare. Include un’analisi del possibile mercato, della concorrenza, della possibile posizione, ecc.
  • È tempo di fare una stima che includa mobili, decorazioni, attrezzature, permessi, installazioni elettriche e del gas pertinenti, inventario iniziale, stima del personale necessario, ecc.
  • Cerca finanziamenti
  • Se ci riesci, procedi a stipulare i contratti necessari. Ciò include la negoziazione dell’affitto dei locali, la richiesta di preventivi ai fornitori di attrezzatura da barmobili da bar, bevande alcoliche e analcoliche e, a seconda del tipo di attività che intendi aprire, tutto ciò di cui potresti aver bisogno per il lancio.
  • Contestualmente devono essere trattati aspetti legali quali la licenza di attività comunale, l’iscrizione all’Albo delle Imprese e delle Attività Turistiche, ecc. Ogni comunità o città può chiederti procedure diverse.
  • Inizia a promuovere il tuo negozio, ancor prima di aprirlo, creando desiderio, catturando l’attenzione dei potenziali consumatori. Usa la casella di posta, l’invito all’inaugurazione, i buoni sconto, i social, ecc.

Avviare un’attività di ospitalità non è un compito facile, ma vedere il tuo progetto diventare una realtà di successo è straordinariamente motivante, quindi se hai chiaro la tua idea e hai i meccanismi per realizzarla, vai avanti!