Skip to content

Regole d’oro per assumere un decoratore d’interni per il tuo bar

Sappiamo tutti che gran parte del successo di un bar sta nel riuscire a sviluppare un concetto di business che piaccia ai potenziali clienti, e parte di questo concetto è senza dubbio la decorazione e la distribuzione dei locali. Ecco i motivi per scegliere a decoratore d’interni e come farlo per il miglior risultato.

  • Motivi per assumere un decoratore d’interni
  • Motivi per assumere un decoratore d’interni

    Risparmiare

    Una buona decoratore d’interni molto probabilmente hai una buona base di contatti con fornitori e appaltatori con cui lavorare e persino sconti che possono permetterti di acquistare mobili, lampade, decorazioni per pareti, ecc. più economico che se dovessi cercare quei prodotti da solo.

    UN decoratore d’interni Funzionerà con il budget che indichi e cercherà di ottenere il massimo valore per quel denaro, oltre a creare il maggior impatto possibile.

    Conoscenza del settore

    UN decoratore d’interni sarai a conoscenza delle tendenze attuali nella decorazione e di altri aspetti legati al concetto dei locali.

    Perché un luogo abbia successo, deve offrire un’esperienza unica e il progettista può essere la chiave per raggiungere questo obiettivo.

    Come scegliere un decoratore d’interni?

    La prima cosa è che non ti lasci guidare solo dal primo contatto che fai. Ti consigliamo di contattarne diversi decoratori d’interni, proponi il tuo progetto, il tuo budget e chiedi il loro parere.

    Alcune regole per evitare di commettere errori nella selezione sono:

    • Fornisci loro le informazioni che ritieni necessarie sul tuo progetto, sulla tua azienda, sulla visione aziendale che hai e sul mercato di riferimento che vorresti servire. L’errore peggiore è non essere chiari sulle aspettative che hai, che dovrebbero riflettersi nel progetto che ti invia il decoratore d’interni ingaggiato.
    • Concordare le tariffe in anticipo, c’è sempre qualche articolo che non rientra nella tariffa baseinterior-designer-2 ma ciò può essere negoziato quando tale servizio è richiesto. L’importante è che tu sappia quali servizi offre e quanto ti costa. Niente come “alla fine del progetto ne parleremo” o “lo stiamo già vedendo”.
    • Sebbene uno dei motivi per assumere a decoratore è la possibilità di ricevere nuove idee, non lasciare che il designer decida per te in tutto. Se l’idea di business che hai non è realizzabile, e il designer te la fa vedere, analizza bene la sua proposta.
    • Lui è l’esperto, ma gli affari sono tuoi, sai meglio di chiunque altro quanti soldi sei disposto a spendere. È molto importante definire un budget in modo che il progettista si adatti ad esso e che venga superato solo previa approvazione.
    • Controlla il portafoglio di decoratori d’interni le cui proposte ti attirano di più. Molte volte ci lasciamo trasportare da una proposta ben scritta ma in realtà il professionista non ha esperienza nei bar o non sfrutta le qualità che ha offerto.
    • Assicurati che ci sia un contratto scritto, che specifichi il budget, i prodotti e i servizi che include, le spese che dovrebbero essere consultate e quali no, la necessità o meno di un’assicurazione di responsabilità civile da parte del decoratore d’interni così come una garanzia per i prodotti che acquisti attraverso di loro. In questo contratto è inoltre importante che sia definita una procedura di risoluzione dei conflitti nel caso in cui si verificassero tra i arredatore d’interni e tu.

    Come ha detto Steve Jobs, il design è più di quello che sembra e di come ci si sente, ma anche di come funziona. Non lesinare sull’assunzione di un buon interior designer, sicuramente in futuro, quando la tua attività sarà un successo, la valuterai.