Skip to content

Un nuovo alleato: il pane precotto confezionato in atmosfera modificata

Il pane bollito ha cominciato a diventare popolare alcuni anni fa, con lo sviluppo dei punti di vendita di pane caldo. Anni fa, il pane precotto aveva un grande svantaggio e cioè che doveva essere congelato fino a poco prima della cottura. La situazione è cambiata con miglioramenti del processo nel aziende produttrici di pane precotto.

Gli albergatori e altri utenti si sono lamentati del fatto che richiedeva spazio di archiviazione nei congelatori.

Questo fattore ha scoraggiato il consumo di pane precotto, ma oggigiorno sono stati sviluppati processi che hanno migliorato la qualità del prodotto, e attraverso speciali sistemi di confezionamento ne consentono la conservazione fuori dal congelatore.

Che cos’è l’imballaggio in atmosfera modificata?

Il confezionamento in atmosfera modificata è una tecnica di conservazione degli alimenti che consiste nell’estrarre l’aria dal contenitore e sostituirla con altri elementi gassosi che consentono la conservazione dell’alimento, in questo caso il pane precotto, fino al suo consumo.

Se si lasciasse aria all’interno del contenitore, si creerebbe probabilmente della muffa e il prodotto si decomporrebbe, ma estrarla si ha il controllo su questo processo biologico.

Ovviamente bar e ristoranti trovano in questa anticipazione un’opzione per poter utilizzare il pane precotto senza dover saturare i propri congelatori con pezzi di pane bollito surgelato.

I vantaggi del pane precotto nel settore dell’ospitalità sono chiaramente riassunti nella possibilità di offrire pane di ottima qualità, appena sfornato, oltre ad evitare sprechi nel caso di acquisto di troppo pane sfornato che non viene consumato successivamente, o la carenza che comporterebbe un problema di servizio nell’azienda o quando si acquista meno pane del necessario.

Il pane precotto non congelato Il confezionamento in atmosfera modificata sta avendo molto successo nel canale HORECA, sia in ristoranti, catering, bar o fast food.

Allo stesso modo, trova una nicchia di mercato nei minimarket, dove viene a “salvare” il consumatore domestico, sebbene rimanga ancora una piccola parte del mercato totale del pane precotto confezionato in atmosfera modificata.

Come si ottiene un’atmosfera modificata per il pane par-cotto?

Vari metodi sono usati per modificare l’atmosfera negli imballaggi, vale a dire:

  • Confezionato sottovuoto
  • Imballaggio gassoso
  • Assorbitori di ossigeno
  • Generatori di vapore di anidride carbonica ed etano.

Il industria del pane e il forno di solito utilizza imballaggi gassosi e assorbitori di ossigeno. Queste lavorazioni consentono di conservare, conservare e trasportare il pane precotto, senza bisogno di refrigerarlo o congelarlo, fino ad un massimo di 90 giorni.

Il confezionamento gassoso utilizza anidride carbonica CO2 e azoto N2 per rallentare il tipico processo di sviluppo enzimatico e microbico che si verifica a causa del lievito nel pane, favorendone così la conservazione.

Se desideri acquistare pane precotto confezionato in atmosfera modificata, assicurati di consultare distributori di pane precotto di prestigio, e se il tuo interesse è produrre questo tipo di prodotto, cerca tra i fornitori di attrezzature e materiali per panificazione, quelli che hanno la linea di confezionamento gassoso, in modo che possano guidarti sull’attrezzatura necessaria e su come utilizzare il gassoso correttamente per non pregiudicare la qualità del prodotto.

La tecnica degli assorbitori di ossigeno è ancora molto nuova, ma il suo principale vantaggio è che impedisce la formazione di muffe.

Perché usare il pane precotto?

I motivi più importanti per utilizzare il pane precotto nella tua attività di ospitalità sono:

  • Mantiene la consistenza, il sapore, l’aroma e il colore del piano precotto.
  • Sono ridotti al massimo e in molti casi viene eliminato l’uso di conservanti.
  • Puoi conservare il pane precotto per molto più tempo e fuori dal congelatore.